Analisi grafica

Bottega Veneta: il lusso discreto compie 50 anni

Scritto da in Storie di moda
Infografica realizzata da Listupp

Quella di Bottega Veneta è una storia tutta italiana che ha inizio nel 1966 a Vicenza. Lì Michele Taddei e Renzo Zengiaro aprono il loro primo atelier di borse. L’originalità delle creazioni consiste nella scelta dei pellami: morbidi e molto più adatti dunque alle macchine da cucire per tessuti in possesso dai due soci, le pelli selezionate danno vita a borse soffici nelle forme e al tatto. Così mentre i grandi marchi dell’epoca realizzano borse e accessori rigidi e logati, Bottega Veneta muove i primi passi verso una nuova idea di lusso fatto di artigianalità e discrezione. Di “lusso discreto” infatti si parla a proposito di Bottega Veneta da sempre, tanto che tutta la filosofia del brand vicentino è ben espressa dal motto delle origini: “When your own initials are enough”. Negli anni ‘70 attorno Bottega Veneta si muovono le personalità più eclettiche: da Jackie Onassis, che ama fare shopping nello store newyorkese, a Andy Warhol, che realizza un cortometraggio per la casa di moda italiana. D’altronde il marchio riesce a farsi amare non solo per l’eccellenza dei prodotti ma anche per l’aura di creatività ed eleganza che è riuscito a creare. Sensazioni che, dopo anni di crisi, Tomas Maier tenta di recuperare e riadattare alla contemporaneità. Ci provano a risollevare il brand prima Giles Deacon e il suo team; poi arriva il gruppo PPR (oggi Kering) che nel 2001 acquisisce Bottega Veneta e nomina Tomas Maier appunto come nuovo direttore creativo. Il primo passo del designer fresco di nomina è il ritorno alle origini: niente più sfilate, almeno nei primi anni, e al centro dell’attenzione ritorna la lavorazione della pelle e il famoso intreccio. Del 2001 è il lancio della Cabat bag, espressione eccellente della manifattura artigianale di Bottega Veneta. Due giorni di lavorazione, 77 fettucce di nappa da intrecciare e 500 esemplari da realizzare. Manualità, esperienza, abilità, eccellenza: mentre il mondo della moda si fa sempre fast, Bottega Veneta chiede tempo e attenzione e realizza piccoli capolavori di artigianalità.

In occasione dei 50 anni dalla nascita del brand e dei 15 anni di collaborazione con Tomas Maier, Bottega Veneta celebra gli eventi con una sfilata unica e speciale durante la Fashion Week a Milano. E anche Listupp ha voluto cogliere l’occasione per ricordare i traguardi, i momenti salienti e i segreti dell’intreccio del marchio vicentino, testimone speciale del Made in Italy più sofisticato. Scopri la storia di Bottega Veneta grazie alla nostra infografica!

Rimani aggiornato
Seguici su Facebook
AB: 1 - Tm: